Galleria degli Uffizi Firenze



Galleria degli Uffizi Firenze

galleria degli uffizi

La Galleria degli Uffizi di Firenze fa parte del vastissimo Polo Museale della cittá toscana. Si tratta di uno dei piú importanti, visitati e conosciuti musei del mondo, che ospita una collezione incredibile di opere d'arte, raccolte nel corso dei secoli dalla famiglia dei Medici.

La raccolta è allestita in numerosissime sale, che suddividono le opere per ordine cronologico, scuole e stili, e rappresenta forse la migliore collezione dedicata al Rinascimento.
Impossibile enumerare le opere d'arte ospitate senza dimenticare un artista o un'opera famosa.

Prenota un Hotel a Firenze

Cimabue, Caravaggio, Giotto, Leonardo da Vinci, Michelangelo, Raffaello, Mantegna, Tiziano, Parmigianino, Rubens, Botticelli, Rembrandt, sono solo alcuni dei grandi artisti che riempiono le sale di opere d'arte invidiate da tutti i musei del mondo.

Nel complesso il museo ha la forma di una U, con due corpi lunghi principali, uniti da un arco che li collega a sud, con uno sfondo spettacolare sulla Torre di Palazzo Vecchio.
Il museo presenta a piano terra un loggiato architravato coperto con volta a botte, costituito da campate delimitate da pilastri con nicchie in cui sono alloggiate alcune statue di fiorentini famosi, ed un porticato che corre per tutta la lunghezza dei lati; un finto mezzanino; finestre al primo piano, ed un loggiato superiore.

Il percorso espositivo prevede:

Il Vestibolo d'entrata ed il corridoio est, tra le cui opere spiccano busti in marmo e porfido dei Medici, Capricci mitologici, sarcofagi e rilievi antichi, con numerose copie di originali greci.
Sui corridoi si aprono le sale, tutte decorate con affreschi ed ampie vetrate.

Nel corridoio est troviamo tra tutte la statua di Ercole e Centauro, Pan e Daphni, Proserpina, due Veneri ed un Apollo ellenistico.
Nella Sala 1 Archeologica si trovano moltissimi rilievi e fregi.
Le Sale del Medioevo, dalla 2 alla 6 sono dedicate all'arte medievale.
Spiccano i tre monumentali dipinti delle Maestà di Cimabue, Duccio di Buoninsegna e Giotto, la Pala della beata Umiltà di Pietro Lorenzetti, gli sviluppi dell'arte dopo Giotto, opere del Gotico internazionale, le Sale del primo Rinascimento, con opere di Masolino, Masaccio, Uccello.

Nella sala 7 troviamo opere di Masaccio come il Bambino e la Vergine.
La grande sala 8 è dedicata a Filippo Lippi ed al Doppio ritratto dei duchi d'Urbino di Piero della Francesca, mentre la sala 9 è dedicata a fratelli del Pollaiolo.
La Sala del Botticelli presenta la migliore collezione al mondo del maestro, con la Primavera e la celeberrima Nascita di Venere, ma anche la Madonna in gloria di serafini e la Madonna del Roseto.

La Sala di Leonardo documenta invece gli esordi artistici di Leonardo da Vinci e presenta opere come l'Annunciazione, o l'opera incompiuta dell'Adorazione dei Magi.
La sala 17 è chiamata Stanzino delle Matematiche ed è seguita dalla Tribuna degli Uffizi che è la parte più antica della galleria.
Il resto del braccio est è dedicato a varie scuole rinascimentali italiane e straniere, mentre la sala 24 è il Gabinetto delle miniature, ultima sala prima del corridoio sull'Arno.

Il Corridoio sull'Arno presenta bellissime vedute vedute sul Ponte Vecchio, sul fiume e sulle colline a sud di Firenze ed ospita da secoli le opere migliori della statuaria antica.
Nel corridoio ovest continua la serie di statue classiche, come la copia del Discobolo di Mirone, il Mercurio, la copia del Laocoonte.
Prenota un Hotel a Firenze

Le sale dalla 25 alla 34 ospitano i capolavori del 1500: Michelangelo con il Tondo Doni, i capolavori della scuola veneziana di Tiziano, con la Flora e la Venere di Urbino, capolavori del Dosso Dossi, del Garofalo e del Parmigianino, come la Madonna dal collo lungo.
Le Sale del corridoio ovest offrono collezioni di pittori stranieri del Seicento e del Settecento.
Chiude la serie una sala dedicata a Raffaello. Le ultime sale del museo, nel braccio est a piano terra, ospitano opere di Caravaggio, dove spiccano, tra le altre opere, il Bacco e la Testa di Medusa.
L'ultima sala della galleria è dedicata a Guido Reni, caposcuola bolognese del Seicento, e con la famosa opera David con la testa di Golia.
Il primo piano della Galleria offre invece raccolte di arti grafiche che comprendono circa 150.000 opere, datate dalla fine del Trecento al ventesimo secolo.




©2015 TROVA HOTEL – Tutti i diritti riservati
Privacy Policy